Strada Biandrate 24, Novara - Tel 0321 697183 - Mail info@malquati.com

Situazioni estreme, estremi rimedi: quando l’emergenza Coronavirus richiede misure straordinarie.

Dalla chiusura delle scuole allo smartworking, dalla posticipazione della presentazione del 730 alla sospensione delle rate del mutuo.

Con il decreto ministeriale da poco approvato, sono state varate delle misure straordinarie per cercare di limitare i danni sanitari ed economici derivanti da questa epidemia.

Una novità interessante è sicuramente legata ai mutui: il DPCM ha previsto la sospensione del pagamento delle rate mensili per un periodo massimo di 18 mesi, prolungando il piano di ammortamento.

Vediamo quali sono, però, i requisiti:

  • Mutuo stipulato da più di 12 mesi dalla data di richiesta sospensione, esclusivamente per prima casa;
  • Capitale residuo inferiore a € 250.000;
  • Ritardo nei pagamenti delle rate inferiore ai 90 giorni consecutivi;
  • Isee non superiore a € 30.000;
  • Essere stati sospesi dal lavoro o aver subito una riduzione dell’orario lavorativo per almeno 30 giorni, nei tre anni precedenti alla richiesta.

Se si soddisfano tutti i requisiti, basta prendere appuntamento con la propria banca, consegnare la documentazione attestante e copia del modulo reperibile sul  sito Consap 

6 Marzo 2020